BitUniverse bot sbarca sui mercati dei futures di Binance, Bybit e FTX !!! Come approfittarne? Una guida pratica per tutti per imparare cosa sono i futures e come creare un bot per il grid trading sui perpetual.

By gioppc3 | gioppc3 | 16 Aug 2020


Scopri come creare da zero il tuo bot di BitUniverse per il grid trading long in leva sui futures!

 

Uno dei possibili problemi legati all’uso del bot di BitUniverse sullo "spot market" consiste nel dover allocare dei fondi ingenti dedicati al bot, bloccati sul grid trading per tutto il periodo in cui il bot rimane attivo. Come sappiamo, è necessario anche curare particolarmente il trade-off tra numero di griglie e volatilità della coppia di coin prescelta, in modo tale da allocare per ciascuna griglia un importo sufficiente per generare un guadagno per transazione (buy / sell) ottimale, e allo stesso tempo garantire un numero congruo di transazioni e quindi far “lavorare” il bot con continuità.

La grande novità che interviene a nostro favore è il supporto da parte del bot di BitUniverse per il mercato dei futures di Binance, Bybit e FTX.

Cosa vuol dire questo e quali sono i possibili vantaggi per gli utenti del bot?

Non facciamoci innanzitutto spaventare dalla parola “futures”, alla quale si associa spesso la famigerata “leva” e i termini “long” e “short”. I contratti futures, in particolare i perpetual (cioè senza scadenza) sulle cripto, consentono di vendere e comprare Bitcoin e le altre coin supportate, senza mai detenerle fisicamente nel wallet, come invece avviene per il cosiddetto “spot market”, sul quale siamo abituati ad operare solitamente anche nel caso del grid trading. Ciò vuol dire che per operare col bot sui futures, ad esempio su Binance, sarà sufficiente trasferire un certo ammontare di USDT nel wallet dedicato ai futures, che conterrà sempre e solo USDT da dedicare al bot, il quale comprerà e venderà, ad esempio nel caso della coppia BTC/USDT, contratti che rappresentano la titolarità di Bitcoin, basati sul prezzo di Bitcoin, ma che non determinano la comparsa nel wallet di Bitcoin “reali”. Quindi, continuando con l’esempio, le operazioni del bot consisteranno nel comprare un certo quantitativo nominale di BTC al prezzo indicato dalle griglie e rivenderlo ad un prezzo maggiore, così come siamo già abituati con il bot tradizionale, generando un guadagno in USDT dato dalla differenza di prezzo di acquisto e vendita. Semplice no?

Premessa importante: trattiamo, per semplicità, solamente il caso in cui vogliamo andare “long”, cioè “a favore” dell’aumento di prezzo della moneta di sinistra della coppia (es. ETH in ETH/USDT), esattamente come avviene con il bot tradizionale sullo spot market, in cui ci esponiamo alla volatilità di prezzo della coin alla sinistra della coppia, e compriamo vicino ad un supporto perché riteniamo che comunque il prezzo lateralizzi o tenda a salire, generando così un guadagno grazie al bot.

Ma allora quali sono le differenze con il bot sullo spot market in termini pratici?

Per cominciare non holdiamo, come già detto, la coin in questione nel wallett, e quindi mentre prima, se il prezzo sullo spot market scendeva, semplicemente ci ritrovavamo il wallet pieno di coin da vendere, holdando in attesa che il prezzo risalisse, adesso invece, coi futures e il prezzo in discesa, ci ritroviamo, in termini pratici, in una situazione di “perdita” in USDT; attenzione però: la perdita non si concretizza finché non decidiamo di chiudere il bot. Oltre che dalla classica interfaccia del bot, sarà possibile controllare la situazione anche dall’account futures dell’exchange, che ovviamente riporterà la posizione aperta sui futures e gli ordini di acquisto e vendita eseguiti e da eseguire in base alle indicazioni del bot.

Veniamo ora al cuore del funzionamento della leva sui futures e ai vantaggi che ne derivano con il grid trading. La leva consente di operare con il bot investendo cifre ridotte ma agendo come se si detenessero capitali maggiori. Ad esempio, con una leva 5x, possiamo mettere a disposizione del bot 5 volte il capitale detenuto, quindi, se sul conto futures sono presenti solo 100 USDT, potremo investire sul bot ben 500 USDT e far tradare il bot sulla nostra coppia di coin, ad esempio con 10 griglie da 50 USDT ciascuna, con i relativi guadagni per transazione e pagando meno fees rispetto allo spot market !!!

Fin qui tutto bene e i vantaggi sono enormi, ma qual è il rovescio della medaglia?

Il compromesso con cui dobbiamo confrontarci e sul quale bisogna porre la dovuta attenzione, sta nel fatto che i nostri 100 USDT di partenza vengono dati come “margine”, cioè costituiscono la “garanzia”, data all’exchange, per il prestito dei 500 USDT da impiegare nel bot. Se il prezzo della coin di sinistra della coppia scende sotto il low del range, e continua a scendere oltre le nostre aspettative, e inoltre non mettiamo lo stop loss e non ci preoccupiamo di chiudere il bot, potremmo giungere al cosiddetto “prezzo di liquidazione”, vale a dire il prezzo al quale il nostro margine di 100 USDT non riesce più a coprire la perdita in USDT del bot e quindi l’exchange è costretto a “liquidare”, cioè vendere a quel prezzo la nostra posizione sui future non più sostenibile dal margine, determinando la perdita definitiva dei nostri 100 USDT. Quindi la differenza con il bot sullo spot market sta nel fatto che mentre con quest’ultimo potevamo, in mancanza di stop loss, ritrovarci semplicemente a holdare la coin in questione teoricamente all’infinito, in attesa che il prezzo tornasse nel range, accusando una perdita nominale causata dal deprezzamento del token, invece nel caso del bot sui futures, se decidiamo di non mettere lo stop loss sotto il low del range e non chiudiamo il bot, la posizione rimarrà aperta e se il prezzo non risale ma piuttosto scende fino a toccare il liquidation price, il nostro importo iniziale messo “a margine” andrà perduto definitivamente. Questo è il motivo per cui si raccomanda sempre di usare leve non elevate e di saper “accettare” le perdite mettendo uno stop loss. In ogni caso, con una leva 3x, ad esempio, potremo usare sul bot 300 USDT, mettendone a margine solo 100, e avremo un liquidation price più basso del 33% circa rispetto al low del nostro range, quindi una distanza che in generale ci fa stare abbastanza tranquilli. Inoltre, vi è sempre la possibilità di aggiungere ulteriori USDT a margine operando a mano direttamente dall’exchange, in modo da allontanare ancora di più il prezzo di liquidazione.

N.B.: Per poter utilizzare il bot anche con i futures è necessario ricreare le API dall’exchange, dando i permessi dovuti, e inserire le nuove chiavi nell’app di BitUniverse, come di consueto.

Ora facciamo un esempio di creazione di un bot sui futures di Binance per la coppia BTC/USD: 

         edda90e63ba05fc4ebe6296117ad38592a03dd99f39fcd21075bbeb68a3d0774.jpeg           be2060e48b71bb6a5b1fc1be2bc9f4b71f03963179ad415a3d02bc6b008577f2.jpeg

Dopo aver scelto come exchange "Binance (Futures)" e come tipologia di bot "Futures Grid", l'app ci porta alla schermata di inserimento dei parametri, dove ritroviamo, oltre alle impostazioni tradizionali che già conosciamo, il tasto "Long BTC" e "Arithmetic" che fanno al caso nostro come da default, la scelta della leva, l'indicazione del margine da investire e l'importo (margine x leva) che verrà effettivamemte utilizzato dal bot. In basso a destra infine l'indicazione del prezzo di liquidazione.

           0ee9d4c8b3db0b93025d83696ad1c5748250e3bad7c5c7a3e5a585f2850ad184.jpeg          

Scrollando in basso troviamo ulteriori parametri opzionali ma molto utili:

- il Trigger price: è il prezzo al quale possiamo decidere di far partire il bot. Molto comodo poichè ci consente di lasciare il bot fermo finchè non viene raggiunto il nostro prezzo ideale di start, che, come sappiamo, è molto importante per partire con il piede giusto comprando ad un prezzo non troppo distante dal low del nostro range.

- lo stop loss, che non ha bisogno di presentazioni...

- un prezzo di chiusura del bot: parametro che ci consente di stabilire un prezzo raggiunto il quale riteniamo di voler chiudere il bot. Può fare da take profit, chiudendo il bot, quando si esce fuori dalla parte superiore del range.

A questo punto non ci resta che vedere un esempio di bot, running a leva 6 con un margine iniziale di 250 USDT, che ci consente di utilizzare un capitale di ben 1500 USDT da suddividere per le griglie del nostro bot:

            f332c84a7620306d517058f242fde93009fbd608448d376f931543baf2de7541.jpeg      c766e57cd899bde50346c00cf0c71ce5ea5c6194fc40e695a5d2ab06f0977c33.jpeg

 

Entrando nel dettaglio possiamo vedere tutti i paramentri inseriti, gli ordini piazzati e le transazioni eseguite come nel bot tradizionale.

              592d1ffebeddd8f78b5ef7757e0edc40cef6332d3626a06b023083b3e43ae3e4.jpeg

 

Buon divertimento con BitUniverse bot in versione futures!

gioppc3

Non sei iscritto a Publish0x? Iscriviti a Publish0x! e inizia a guadagnare crypto leggendo gli articoli o diventando blogger!
 
Disclaimer: tutti i contenuti di questo sito non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in qualsiasi strumento finanziario. L’attività del sito non costituisce consulenza personalizzata. Tutti i contenuti del sito hanno solo scopi didattici, educativi e informativi. Gli argomenti non forniscono segnali di acquisto o vendita sui vari strumenti finanziari, né indicazioni per la gestione diretta o indiretta del capitale di terzi. Pertanto, chi legge i contenuti del sito riconosce la propria esclusiva responsabilità delle eventuali e successive azioni. Le informazioni finanziarie presenti nascono da conoscenze ed esperienze personali degli autori, che conducono inevitabilmente a valutazioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Tutti i contenuti sono quindi passibili di errori di interpretazione e valutazione, come avviene per qualsiasi opinione personale.

 

How do you rate this article?


10

0

gioppc3
gioppc3

Crypto enthusiast


gioppc3
gioppc3

Il blog di gioppc3 che tratta tematiche inerenti il mondo cripto, bitcoin e blockchain, altcoins, trading, trading bot, exchange, progetti cripto interessanti, news e tips and tricks!

Send a $0.01 microtip in crypto to the author, and earn yourself as you read!

20% to author / 80% to me.
We pay the tips from our rewards pool.